13 modi sicuri per guadagnare con internet e arrotondare lo stipendio

Ad oggi penso sia diventato il sogno un po’ di tutti. Avere un’attività da gestire comodamente da casa propria, magari la sera o nel tempo libero e che permetta di arrotondare lo stipendio. Ho fatto un piccolo tour sul internet per cercare di capire quali siano le indicazioni più diffuse per aiutarvi a realizzare il vostro sogno di lavorare da casa. Purtroppo ho visto molti errori e diversi tranelli.

Il mondo dei guadagni online è decisamente vasto ed è facile aggirare le persone facendo passare per rendita sicura quello che è in effetti un investimento ad altissimo rischio. Quello che potrebbe essere il sogno di guadagnare da casa potrebbe diventare il contrario, cioè perdere denaro da casa.

Prima di andare nel dettaglio e di vedere le reali possibilità per fare qualche soldo da casa occorre fare una precisazione molto importante.

Per guadagnare con internet esistono tre grandi strade e dobbiamo da subito scegliere quale utilizzare.

  • Truffe
  • Investimenti
  • Telelavoro

Truffe online – vittime e complici allo stesso tempo

Oltre a coloro che mettono in piedi vere e proprie truffe, come ad esempio la vendita di prodotti inesistenti, l’appropriazione di dati sensibili, furto di account ecc. Esistono le onnipresenti catene di Sant’Antonio. Ho notato con un certo stupore che questa truffa è purtroppo ancora molto diffusa. I gruppi di guadagno online su Facebook ne sono sempre intasati e sono tantissimi coloro che ancora ci cascano.

Ovviamente ad oggi le catene di Sant’Antonio sono ben camuffate, si nascondono spesso sotto servizi di rivendita di pubblicità o di servizi internet. Il gioco è sempre lo stesso, acquista un pacchetto di qualcosa, e rivendilo a più persone possibili, guadagnerai dalle vendite dirette una percentuale, e una percentuale anche delle vendite di coloro a cui hai venduto.

Cosa contiene il pacchetto da rivendere? In genere aria fritta. Può essere il nulla assoluto come ad esempio una card, o un token che non hanno alcun utilizzo se non quello di generare guadagni o, tramite la rivendita o, automaticamente come un qualcosa che viene spacciato da investimento.

Altre volte il pacchetto contiene qualcosa come della pubblicità online, di cui però non si hanno i dettagli.

Le catene di Sant’Antonio sono truffe ed è ILLEGALE parteciparvi. Partecipandovi sarete vittime e complici.

Alla larga quindi da tutti coloro che dicono di investire 10 o 50 per ottenere 100 o 500!

Investimenti

Gli investimenti non sono lavoro da casa. Sono due cose diverse, il primo comporta l’utilizzo di denaro proprio, denaro che può essere anche perso. Il secondo invece comporta l’investimento del proprio tempo e delle proprie capacità per avere una retribuzione.

Il Forex ad esempio è un investimento ad alto rischio. Stessa cosa se si acquistano BitCoin o le Opzioni binarie. Il valore dei BitCoin può aumentare, ma può anche diminuire e potreste perdere l’investimento.

Volendo parlare di metodi sicuri per guadagnare online gli investimenti, quindi ad esempio il Forex non rientrano assolutamente in questa categoria.

Telelavoro

Così come nel mondo lavoro a cui siamo abituati, anche nel telelavoro potete lavorare in tre differenti modi.

  • Lavoratore dipendente
  • Freelance
  • Libero imprenditore

Nel primo caso, sarete appunto alle dipendenze di un’azienda che vi permetterà di lavorare da casa. Un esempio sono coloro che lavorano nell’ambito dell’help desk, ma possono esserlo anche gli addetti commerciali, i redattori, i programmatori o i designer. Il grande vantaggio oltre a quello di lavorare da casa e con orari flessibili è quello dello stipendio fisso.

I Freelance possono fare le stesse cose dei lavoratori dipendenti, ma vengono pagati a contratto, per il singolo lavoro o per una collaborazione. In questo caso i guadagni possono essere anche maggiori rispetto ai lavoratori dipendenti, ma occorre procacciarsi il lavoro.

Il libero imprenditore, nell’ambito del telelavoro, è colui che avvia una propria attività. Ad esempio la rivendita di servizi. In questo caso servono investimenti iniziali, anche se è possibile spesso limitarli ad una manciata di Euro.

A queste 3 categorie bisogna infine aggiungerne un’altra, quella dei “piccoli guadagni”. Rientrano in questa categoria tutti coloro che sono semplicemente in cerca di guadagnare qualche spicciolo, in genere tra i 50 e i 100€ mensili.

Lavorare come dipendente online

Per trovare lavoro come dipendente in genere si seguono le stesse strade della ricerca di un normale lavoro. Potete quindi utilizzare portali cerco/offro lavoro online, social network come Linkedin o agenzie nella vostra città. Vediamo alcuni lavori più gettonati.

  • Help desk. Moltissime aziende affidano l’help desk a lavoratori da casa. In questo caso il lavoro consiste nell’aiutare i clienti di un azienda, ad esempio negli acquisti di un e-commerce o di servizi online. Non servono particolari requisiti, ma l’inglese può essere richiesto.
  • Qualsiasi sia il vostro ambito nella programmazione esistono aziende che assumono per lavorare da casa.
  • Anche in questo caso esistono aziende che assumono personale per la realizzazione di volantini, copertine per i social network, loghi, impaginati ecc.
  • I web writer sono invece richiesti spesso da aziende che effettuano campagne di social marketing. In questo caso richiedono la stesura di articoli.
  • Molte agenzie si affidano a traduttori che lavorano da casa.

Freelance

Come accennato prima gli stessi lavori effettuati come dipendente possono essere effettuati anche come freelance, o come libero professionista. La differenza è che dovrete procacciarvi da soli i lavori.

Libero imprenditore

Se vogliamo avviare un’attività tutta nostra online si aprono le porte di internet. Non c’è luogo migliore dove indirizzare le nostre idee. Con internet non ci sono limiti a dove possiamo arrivare, è possibile raggiungere clienti in tutto il mondo e spesso non servono grossi investimenti iniziali. Vediamo alcune idee.

13 idee per guadagnare con internet – grandi e piccoli guadagni

1 – Vendere oggetti su Amazon e eBay

Avete accesso ad oggetti unici? Perche non rivenderli su internet? Qui potete dare sfogo alla vostra fantasia, ad esempio ricercare oggetti rari nei mercatini o fra i conoscenti, oppure rivendere qualcosa di vostra produzione come braccialetti, collanine, orecchini, prodotti in legno ecc. Potete inoltre fare accordi con piccoli artigiani locali e rivendere i loro prodotti.

Mettere in vendita oggetti su Amazon ed eBay è estremamente semplice e non richiede investimenti iniziali.

2 – Vendere libri e guide

Siete degli scrittori provetti? Oppure pensate di poter scrivere delle guide interessanti? Ottimo esistono decine di portali dove potrete rivenderli. In questo caso non c’è solo Amazon, ma anche Google book, Lulu, Kobo  e moltissimi altri.

Oltre a saper scrivere guide interessanti potrebbe servirvi un revisore di testi, e magari un impaginatore per creare un e-book accattivante, da rilasciare in diversi formati con tanto di copertina ed indice.

3 – Vendere videocorsi

Se avete un minimo di dimestichezza con il PC potrete realizzare dei video corsi. Potrete fare una serie di video, magari corredati da testi di approfondimento ed esercizi. Non sarà necessario avere un proprio sito per vendere i corsi potrete affidarli a portali come  Udemy e guadagnare una percentuale ogni volta che effettuerete una vendita.

4 – Realizzare un blog

Esistono tantissimi casi di successo. Blogger partiti con pochi articoli che hanno raggiunto un enorme successo, con centinaia di migliaia di visitatori al giorno. Iniziare è decisamente semplice esistono piattaforme come wordpress.org, Blogspot e Altervista in grado di fornirvi il vostro blog gratuitamente in pochi minuti. La cosa difficile è ottenere successo, quindi saper scrivere contenuti interessanti e riuscire a crearsi il proprio pubblico. Grazie alla pubblicità che potrete inserire sul vostro blog come ad esempio AdSense potreste arrivare a guadagnare cifre anche molto importanti.

5 -Realizzare un sito Web

Stessa cosa del blog. Sul blog in genere si scrivono periodicamente articoli che vengono commentati dagli utenti andando a crearsi una sorta di comunità. Il sito web in genere è unidirezionale. Ad esempio un sito informativo sui viaggi ad Amsterdam. Ciò non toglie che il sito può avere anche un blog. Realizzare un sito è un po’ più complesso rispetto ad un blog, occorre quindi affidarvi ad un’agenzia o a un freelance. Anche in questo caso i guadagni mensili possono essere importanti.

6 – Vendere materiale grafico

Siete abili con Photoshop,  Illustrator e software simili? Potete rivendere i vostri lavori su decine di siti web, qualsiasi cosa siete in grado di fare bene potrete rivenderla. Loghi, vettoriali, copertine, fonts, icone ecc. Anche in questo caso non mancano i siti di rivendita come graphicriver.net, Fotolia e Dreamstime.

7 – Vendere fotografie

I fotografi provetti possono rivendere i migliori scatti su internet. Portali come Fotolia e Dreamstime oltre a rivendere materiale grafico rivendono anche fotografie. Non pensate che basti una macchina fotografica per fare questo lavoro, la selezione delle foto è fatta da professionisti e accettano solo scatti professionali, di qualità e fatti con apparecchiature di medio/alto livello. In oltre bisogna proporre scatti interessanti evitando paesaggi banali, fiori e piante. Può essere molto remunerativo, ma oltre a saper fare buone foto occorre capire quali siano i soggetti maggiormente rivendibili. I guadagni infatti vanno a percentuale sulla base del numero di rivendite.

8 – Vendere template, plugin e script

I programmatori front end e back end possono rivendere i propri prodotti su internet facendo affidamento a portali come envato.com. Al momento quelli che vanno per la maggiore sono Template e plugin per WordPress e Joomla. Anche in questo caso non pensiate che sia semplice occorre realizzare prodotti di alta qualità ed offrire adeguata assistenza. I ritorni economici però possono essere molto importanti. Esistono ad esempio agenzie Web che si occupano esclusivamente di realizzare template e plugin da rivendere su internet e i loro fatturati sono comparabili a quelli di grandi aziende.

9 – Realizzare video per Youtube

E’ possibile guadagnare anche tramite la realizzazione di video. Youtube infatti permette di integrare la pubblicità di Adsense all’interno dei video che abbiamo caricato sulla popolare piattaforma di big G. Suppongo che tutti voi guardando un video su Youtube, vi siate imbattuti in banner pubblicitari, o piccoli video spot, spesso un po’ fastidiosi per noi utenti, ma sono remunerativi per coloro che hanno creato il video. Non vi illudete, per poter guadagnare cifre accettabili servono numeri importanti. Considerate che mediamente i banner su Youtube ricevono circa 4 clic ogni 100 visualizzazioni e che un click viene pagato mediamente circa 0.05€. Per poter guadagnare quindi circa 0.20€ vi serviranno 100 visualizzazioni. Nel migliore dei casi occorreranno 1000 visualizzazioni per fare 2€. Le mie sappiate sono stime molto indicative, il numero dei clic ogni 100 visualizzazioni (CTR) può variare in base a moltissimi fattori, come anche la retribuzione per ogni clic. Fatto sta che per guadagnare circa 20€ serviranno intorno alle 10.000 visualizzazioni.

Occorrerà quindi una buona strategia, capire come riuscire ad offrire agli utenti contenuti video interessanti e che possono abbracciare un pubblico molto ampio. La strada per il successo sarà quindi lunga e impegnativa.

10 – Scrivere articoli

Se amate scrivere esistono moltissime opportunità di guadagno. Vi faccio subito un esempio pratico. Iscrivendosi al portale Melascrivi sarete chiamati a scrivere articoli su diversi argomenti e retribuiti per ogni articolo inviato. Iscriversi è semplicissimo basta compilare un piccolo form, dopodiché dovrete fare un breve articolo di prova da inviare alla redazione. Fatto questo vi verrà assegnato un punteggio e potrete scegliere le categorie per cui volete scrivere. Ad esempio turismo, lavoro, giochi ecc. A questo punto vi verranno inviate le mail con le richieste per gli articoli, le mail conterranno un link che vi rimanderà ai dettagli dell’articolo da scrivere. Una volta scritto lo invierete ed avrete il vostro guadagno. Melascrivi invia diversi articoli al giorno quindi si può riuscire a guadagnare anche diverse centinaia di euro al mese.

Piccoli guadagni

Entriamo ora nel mondo dei piccoli guadagni, in effetti anche scrivendo articoli o realizzando video per Youtube si può guadagnare pochissimo. Se scriverò un articolo al mese non potrò aspettarmi di guadagnare 300€. La differenza con quello che definisco piccoli guadagni sta nel limite massimo. Mentre con gli articoli o con i video di Youtube non ci sono limiti di guadano massimo o quasi. Con i piccoli guadagni non potremo mai arrivare a fare una rendita importante.

11- Compilare sondaggi

Niente di più semplice che dare la propria opinione. Non servono requisiti particolari e può essere fatto in qualunque momento della giornata. Iscrivendosi ai panel di sondaggi retribuiti riceveremo delle email che ci chiederanno di compilare un questionario online, al termine del quale riceveremo un compenso, convertibile in denaro o in buoni acquisti e premi.

12 -Navigare su internet

Esistono alcune aziende che remunerano per ogni ora che stiamo su internet a navigare. Occorre installare un piccolo software o una App ed avviarla durante la navigazione. Quando vogliamo possiamo spengerla, ma quando sarà attiva ci permetterà di accumulare punti convertibili in denaro.

13 – Leggere mail

Probabilmente il metodo meno remunerativo in assoluto, ma comunque funziona. Si tratta di iscriversi a dei portali che vi invieranno delle mail con dei link pubblicitari. Sarete remunerati, molto molto poco, per ogni link visitato. Per vedere qualche Euro occorre registrarsi minimo ad una decina di siti ed aprire 30/40 mail al giorno. Avete voglia?

Mario Di Pasquale
Mario Di Pasquale

Da più di 10 anni mi occupo di internet, in particolare di web design e dei metodi per la monetizzazione dei siti internet.