Come avviare un’attività commerciale con internet investendo pochi Euro

Con questo articolo inizia la prima parte di una mini-guida in cui vedremo come avviare un’attività commerciale con internet investendo pochi Euro.

[box type=”warning”]La guida non vuole avere il pretesto di insegnarvi a favi fare soldi, non è un metodo per guadagnare, ma vuole essere solo un semplice input per farvi capire le opportunità della rete e cercare di darvi lo stimolo a creare qualcosa di vostro.[/box]

Internet è uno strumento democratico

Internet permette di raggiungere un grosso numero di persone in modo abbastanza semplice e soprattutto economico, per questo motivo sono nate milioni di attività commerciali che operano esclusivamente online. Sto parlando di e-commerce che permettono l’acquisto online di beni di qualsiasi tipo e che operano in svariati settori.

Sono stato personalmente testimone di attività nate dal nulla, quasi per gioco che con l’impegno, l’applicazione e il giusto modo di operare si sono trasformate con il tempo in attività redditizie.

Il problema è sempre cominciare, io sono convinto che non tutti hanno la disponibilità economica per fare grossi investimenti e internet rappresenta da questo punto di vista uno strumento molto democratico perché offre la possibilità di iniziare esclusivamente investendo tempo ed eventualmente una quantità di denaro estremamente limitata ed accessibile pressoché a tutti.

Che cosa vendere?

Un articolo a parte andrebbe scritto su come decidere quale prodotto provare a vendere, ne parleremo magari un’altra volta, quello di cui volevo parlare è come iniziare a vendere investendo pochi Euro.

Primi passi

Consideriamo che abbiamo la possibilità di vendere dei piccoli oggetti di legno che costruisce nostro zio nel tempo libero. Abbiamo appurato che sono oggetti che piacciono e che potrebbero essere facilmente vendibili.

La prima mossa da fare potrebbe essere quella di provare a metterli in vendita su eBay. EBay permette di creare delle inserzioni e mettere all’asta i propri oggetti spendendo pochi centesimi di Euro, in pratica ha dei costi fissi relativamente bassi, soprattutto se l’oggetto che si vende ha un discreto margine di guadagno. Altre costi verranno detratti da eBay solo al momento della vendita dell’oggetto.

Qui trovate un ottimo calcolatore di tariffe: http://ecal.altervista.org/calcolatore_tariffe/ebay.it/

Facendo alcuni calcoli si può vedere che si può inserire un’inserzione già con 1€ e anche meno!!

La registrazione a eBay come l’uso è estremamente semplice, in pochi click avrete già la vostra inserzione pronta e il vostro oggetto comincerà l’asta. In caso di problemi c’è l’assistenza che è ottima e preparata. EBay grazie ai milioni di utenti giornalieri permetterà di dare visibilità al vostro prodotto e forse di venderlo nel giro di poche ore ottenendo i vostri primi guadagni.

Prima di procedere però occorre fare un passo indietro e risolvere un piccolo problema: “Come si fa per pagare eBay e per ricevere i pagamenti?”.

Vedremo che risolvere questo piccolo problema è semplicissimo, ma occorre parlare della moneta elettronica e di PayPal, argomento del prossimo articolo.

Mario Di Pasquale
Mario Di Pasquale
Da più di 10 anni mi occupo di internet, in particolare di web design e dei metodi per la monetizzazione dei siti internet.