Guadagnare vendendo guest post su un sito o un blog

guadagnare-con-guest-post

In questo articolo parlerò di come guadagnare vendendo guest post su un sito o un blog. In realtà si tratta di un approfondimento dell’articolo “Vendere link testuali sul proprio sito web” pertanto se vi interessa l’argomento vi invito di cuore a leggere prima quest’altro articolo e poi tornare su questa pagina.

Cosa sono i guest post

I guest post sono degli articoli pubblicitari che vengono richiesti dai SEO o dai proprietari di altri siti web per ricevere un link di ritorno verso il proprio sito. Se hai ad esempio un blog, il proprietario di un altro sito web può chiedere la pubblicazione di articolo che contenga un link verso il suo sito (back link). Gli articoli possono essere forniti direttamente da chi gli richiedere o potrebbero chiederne a te la stesura. I back link sono fondamentali per posizionare il proprio sito web nelle SERP di Google. Probabilmente sai già queste cose, mi spiegherò comunque in maniera più semplice.

Più un sito web ha back link di qualità più è probabile che il medesimo sito sia più visibile nei risultati di ricerca su Google. Per spiegare il funzionamento occorrerebbero molti articoli, si tratta di un argomento vasto e complesso. Quello che però devi sapere è che i back link devono essere quanto più spontanei possibile. Google non ama chi va ad acquistare back link e se lo scopre tende a penalizzare il sito. Ecco quindi i guest post, un modo apparentemente spontaneo di ricevere link. Tutti noi quando scriviamo articoli di qualsiasi tipo tendiamo ad inserire link a risorse esterne, lo facciamo quasi sempre e spontaneamente.

Nasce quindi un’opportunità importante per tutti coloro che hanno siti o blog, quella di guadagnare con i guest post.

Parametri necessari ad un sito per ricevere guest post

Arriviamo ora al succo del nostro articolo. Gli acquirenti come scelgono i siti su cui pubblicare? E soprattutto quanto sono disposti a pagare per un articolo? Quanto si può guadagnare con i guest post?



L’acquisto dei guest post nella maggior parte dei casi viene fatto dai SEO, cioè persone specializzate nell’ottimizzazione dei siti sui motori di ricerca. Nel precedente articolo abbiamo già visto che il sito deve avere determinate caratteristiche come ad esempio:

  • Anzianità – Essere online da almeno un anno
  • Aggiornamenti frequenti – Deve essere un sito o un blog in attività con articoli pubblicati in modo costante e frequente.
  • Dominio di secondo livello – Deve avere preferibilmente un dominio del tipo tuononome.com e non domini di Altervista, WordPress o Blogger, come ad esempio tuonome.wordpress.com, tuonome.blogspot.it.
  • Link in entrata – Deve avere un buon numero di link in entrata da siti di qualità. Cioè deve ricevere link da siti ben realizzati e curati.

Oltre a questi deve avere anche altri fattori, ma questi sono i principali. Come forse avrai notato il numero di visite non è importante.

SEOMoz – misurare la qualità dei back link

Ma come misurare la quantità e la qualità dei back link? I SEO dovrebbero controllare tutti i siti che linkano verso il tuo, dovrebbero vedere quanti ne riceve, da che tipi di siti, da quali IP e se sono follow o nofollow. Sarebbe un processo lungo e richiederebbe molto tempo. Per questo motivo una serie di esperti della SEO si sono riuniti ed hanno implementato un algoritmo che possa dare un valore ad un sito in base alla qualità e alla quantità dei link in ingresso. L’algoritmo in questione è stato sviluppato da SEOMoz.

Andando all’indirizzo https://moz.com/researchtools/ose/ potrai inserire l’URL del tuo sito e vederne la valutazione.

Come potrai vedere anche dall’immagine sotto, il tool di MOZ restituisce due valori DOMAIN AUTHORITY (abbreviato DA) , PAGE AUTHORITY (abbreviato PA), quindi un valore per l’intero sito e uno solo per la pagina indicata.

SEOMoz parametri

Più è alto il valore meglio è.

Moltissimi SEO quindi per valutare se acquistare o meno un guest post su un sito e decidere quanto pagarlo si basano su questi parametri.

PRECISAZIONE – Non tutti i SEO usano SEOMoz e la valutazione generale non si basa solo su questo.

Di sicuro grazie a questo strumento potrai capire se il tuo sito è appetibile. In linea di massima possiamo dire che con DA e PA superiori a 20 il sito comincia ad essere appetibile e potrebbero offrire per un quest post cifre a partire da 30/35€. Ottimale sarebbe stare almeno i 30 di DA e PA.

Conclusioni

Adesso hai un metodo in più per monetizzare il tuo sito, i guest post, hai uno strumento per valutare eventualmente il prezzo da chiedere e soprattutto hai uno strumento per poter valutare almeno in parte la qualità del tuo sito e verificare periodicamente se sta migliorando o meno.

Mario Di Pasquale
Mario Di Pasquale
Da più di 10 anni mi occupo di internet, in particolare di web design e dei metodi per la monetizzazione dei siti internet.