Trading online guida base – Forex, criptovalute e azioni

trading-online-guida-base

Il trading online può essere un buon metodo per investire online e guadagnare, a differenza di altri metodi trattati su questo sito, il trading non è esente però da rischi. Nonostante le piattaforme per questi tipi di investimenti siano oramai semplici da utilizzare e alla portata di tutti non vuol dire che il processo di per sé sia semplice.

Il trading online nasconde alcuni tranelli che se non conosciuti possono portare addirittura alla perdita dell’intero importo investito nel giro di pochi minuti.

Come avrai quindi già intuito non farò come spesso accade su molti siti internet un’opera di convincimento per farti aprire un conto su un broker online, ma cercherò di spiegarti anche tutte le difficoltà e soprattutto i pericoli.

Quando ad esempio si avvia una transazione di qualsiasi tipo le impostazioni da settare sono poche, me se non le conosci i rischi possono essere veramente alti. Una conoscenza base delle operazioni che andrai ad imparare ridurrà notevolmente il rischio di perdere i capitali investiti.

Perdere nel giro di poco tempo il capitale investito comporta non solo la perdita di per sé di denaro, ma anche lo scoraggiamento nei confronti di un mondo, che se conosciuto, può essere anche molto profittevole. Quindi perderai un’opportunità.

A chi si rivolge il trading online

Prima di entrare nel vivo del discorso occorre capire se sei la persona adatta ad intraprendere il Trading. Come dicevo nonostante le piattaforme online di Trading siano oramai semplici da utilizzare non vuol dire che sia alla portata di tutti.

Cosa occorre quindi?

Un buon capitale da investire. Non pensare di avvicinarti al trading online se non hai almeno 250€ da investire. Questa cifra è approssimativamente la minima da utilizzare per poter avviare qualche transazione. In alcuni casi è possibile anche con meno, ma raramente. Una cifra minima adeguata è di almeno 500€. L’ideale sarebbe almeno intorno a 1000€. Devi considerare che saranno investimenti con rischio, quindi se decidi di intraprendere questa strada devi considerare a priori la possibilità di perdere anche tutto! Se hai quindi problemi economici e pensi che questa sia la strada per risolverli, lascia perdere! Quando si parla di investimenti in genere molti esperti consigliano di non investire più del 10% del proprio capitale. Ad esempio se abbiamo 10.000€ non investire più di 1000€. A me questa regola non piace molto, perchè non considera tanti fattori. Ad esempio il bilancio familiare mensile è generalmente attivo o passivo? Se è passivo, vuol dire che alla lunga il capitale che hai ti servirà. Personalmente, ma questa è un’opinione personale, penso che se una persona o una famiglia ha un bilancio mensile attivo da più di 6 mesi, non dovrebbe investire più del 2,5% del proprio capitale. Soprattutto se l’investimento è ad alto rischio. Quindi 250€ se si hanno 10.000€ di capitale.

Avere voglia di studiare. Se non hai la minima intenzione di informarti, leggere e studiare lascia perdere il trading online. Ovviamente non pensare che occorra una laurea in Economia, grazie ad alcuni strumenti non è necessario essere sempre informati sul mondo della Macro-Economia, ma alcuni concetti devono essere comunque assimilati.

Non avere fretta. Vuoi immediatamente lanciarti nel mondo del trading? Allora non fa per te, occorre pazienza. Grazie a dei conti con valuta virtuale, potrai sperimentare il trading online senza alcun rischio. Potrai provare diverse soluzioni, ma occorrerà tempo. Una transazione in genere rimante attiva per almeno un giorno intero, fino ad alcuni mesi. Quindi per vedere i risultati occorre tempo, insomma non è come puntare sul rosso o sul nero.

Differenza fra Trading e Forex

Entriamo quindi nel vivo del discorso di questa guida base sul trading online e cerchiamo di capire bene alcune cose.

Il Trading è la compravendita di strumenti finanziari. Gli strumenti finanziari possono essere azioni, obbligazioni, futures, titoli di stato, ecc. La compravendita avviene tramite i broker che per l’operazione trattengono una commissione.

Quindi acquistare e rivendere azioni di Facebook, Inc. Common Stock vuol di dire fare trading. Ad esempio in questo momento le azioni di Facebook, Inc. Common Stock sono a 160$, se ne acquistassi 100. Spenderei 16000$. Se il valore dovesse salire a 170$ e le rivendessi avrei un guadagno di 17000$-16000$=1000$, meno le spese del broker. La transazione, dura del momento dell’acquisto fino al momento della rivendita. Fino a quando quindi non avrai rivenduto non ci sarà nessun guadagno.

Una volta gli strumenti finanziari si acquistavano e vendevano telefonando al proprio broker, con l’avvento di internet si può fare tutto online, una piattaforma online permette di fare la transazione con pochi click del mouse senza dover fare nessuna telefonata. Nasce quindi il trading online.

mercato-delle-valute

Il Forex è invece lo scambio di valuta, o mercato valutario. Questo avviene quando si scambia una valuta in un’altra. Ad esempio Euro in Dollari. Grazie al fatto che il valore di una moneta rispetto ad un’altra cambia nel tempo è possibile guadagnare. Facciamo un esempio teorico.

Mettiamo caso che in questo momento 1€ equivale a 1.5$. Vuol dire che posso comprare 150$ con 100€. Dopo alcuni giorni troviamo che 1€ equivale a 1.4$, quindi vendo i miei 150$ e compro Euro, 150$/1,4=107.1428€, con un guadagno teorico di circa 7€. Dico teorico perchè a queste dovremmo sottrarre le spese di transazione. Ma per capire meglio dovremmo parlare di pips (ne parleremo in seguito). Anche in questo caso la transazione avviene dal momento dell’acquisto fino al momento della vendita. Solo allora potremo dire che avremo guadagnato o perso. Al momento esistono circa 100 coppie di monete di scambio.

Trading e forex mondi simili ma sostanzialmente diversi

Aldilà quindi dei termini e delle definizioni che lasciamo ai grandi esperti di economia, dobbiamo capire che trading e forex sono apparentemente simili, ma profondamente diversi, alle volte si parla di trading delle valute riferendosi al forex, ma la sostanza non cambia.

Nella compra-vendita di strumenti finanziari l’andamento di un’azione, ad esempio delle azioni di Facebook, può dipendere da scelte interne aziendali, oppure da improvvisi problemi. Ricordate lo scandalo sulla privacy di Facebook? Fece crollare le azioni nel giro di poco tempo. Le azioni sono quindi più volatili, possono avere rapide salite o discese.

Il mercato delle valute invece è più stabile e le fluttuazioni più leggere. A influenzare il mercato delle valute sono in gran parte dati Macro-economici, come ad esempio la variazione del tasso di cambio, oppure eventi che riguardano una nazione intera, come un eventuale conflitto o l’aumento della disoccupazione nel Paese. La micro-Economia invece lo influenza solo marginalmente. Il tasso di cambio inoltre è uguale in tutto il mondo se oggi 1€ vale 1.5$ questo tasso sarà uguale a New York, Singapore, Milano, Parigi e in tutto il mondo.

Altra differenza fondamentale è nelle spese. Le transazioni di strumenti finanziari, a differenza delle valute hanno spese più alte.

I mercati del trading online

Abbiamo visto quindi il Forex (mercato delle valute) e il Trading con riferimento alle azioni. Possiamo quindi pensare di suddividere il trading in diversi mercati, ad esempio il Mercato della Azioni, oppure il Mercato delle Valute.

mercati-trading

Sulle piattaforme di trading online ed in particolare su quella che useremo per questa guida, c’è proprio questo tipo di suddivisione. Con trading intendono più largamente la compra-vendita di un oggetto che può essere valuta, azioni, ETF o dei beni.

  • Mercato delle valute (Forex)
  • Mercato delle Azioni
  • Mercato delle Criptovalute
  • Mercato degli Indici
  • Mercato delle materie prime (Oro, Argento, Platino, ecc.)
  • Mercato degli ETF (Particolari fondi di investimento)

Come puoi adesso intuire ogni Mercato ha le sue leggi ad esempio il Mercato delle Criptovalute ha logiche completamente diverse rispetto a quello delle valute.

Nei prossimi articoli analizzeremo i vari Mercati e vedremo nella pratica come cominciare a fare trading online con la piattaforma eToro. Approfondiremo alcuni concetti importanti, vedremo come limitare i rischi e analizzeremo i risultati di alcune prove che ho fatto personalmente. CONTINUA (Mercato delle valute, il Forex) >>

Questo articolo non è un consiglio di investimento. Il tuo capitale è a rischio. Le prestazioni passate non sono indicative per i risultati futuri. Trading in CFD. Il 65% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.

Mario Di Pasquale
Mario Di Pasquale
Da più di 10 anni mi occupo di internet, in particolare di web design e dei metodi per la monetizzazione dei siti internet.