Quali sono i vantaggi di Adsense e quali gli svantaggi? In questo primo articolo cominciamo ad affrontare il complesso discorso di come monetizzare un sito web. Sono tantissime le persone che decidono di inserire nel proprio blog dei banner pubblicitari con la speranza di poter guadagnare qualcosa. Ma è veramente così semplice? Da dove prendere i banner? Adsense è sempre la migliore soluzione? Quanto si può guadagnare? Affronteremo e discuteremo in una serie di articoli queste domande cercando di darne una risposta esauriente.

Sul Web esistono diverse aziende a cui è possibile iscriversi gratuitamente e che consentono di prelevare banner e altro materiale pubblicitario da inserire nel proprio sito o blog. L’azienda più famosa in questo campo è sicuramente Google tramite il suo popolare programma Adsense. E’ possibile fare richiesta gratuitamente ad Adsense e se si viene accettati potremo accedere ad un pannello di controllo online da cui prelevare dei codici da inserire nelle nostre pagine, questi codici faranno apparire dei banner con degli annunci e quando i visitatori cliccheranno su di essi ci verrà accreditata una somma che può variare dal tipo di annuncio e da molti altri fattori.

vantaggi di Adsense

I Vantaggi di Adsense

Adsense ha un grandissimo vantaggio quello di mostrare in automatico sempre pubblicità pertinente, i visitatori troveranno sempre annunci di loro interesse, attinenti alle ricerche fatte durante la navigazione o con gli argomenti del nostro sito. Questo consente di avere maggiore probabilità di ricevere click e quindi di guadagnare.

Altro vantaggio è la semplicità d’uso, il pannello di controllo è ben realizzato è possibile scegliere tra formati di diversa grandezza e personalizzare  colori e font, adattandoli al design del nostro sito.

Infine, cosa importante è che i pagamenti avvengono puntualmente e senza alcun tipo di problema. Insomma i vantaggi di Adsense sono tantissimi.

Gli svantaggi di Adsense

Adsense però non sempre potrebbe essere la migliore soluzione, innanzitutto il regolamento ne vieta l’utilizzo per determinati argomenti: poker, gambling, siti dove di parla di paid-to-click o ad esempio di software per il download di video da Youtube e molto altro. Insomma si a che fare con un regolamento intricato e complesso che riguarda non solo i contenuti del nostro sito, ma anche come disporre gli annunci, dove, i colori da utilizzare e le scritte che possono o non possono stare in loro prossimità. I siti che usano Adsense non possono ricevere traffico da piattaforme paid-to-click, devono stare attenti all’eventuale uso di pop-up e al numero di parole chiave inseriti nel testo. La mancata osservanza di una o più regole può decretare la sospensione dell’account o l’immediata cancellazione di questo con la perdita di tutti i guadagni accumulati. Insomma secondo l’esperienza di molti webmaster lavorare con Adsense è come lavorare con una spada di Damocle pronta a colpire in qualsiasi momento.

Altro svantaggio è di non poter scegliere un preciso prodotto da pubblicizzare, ad esempio se ho un sito di giochi non posso scegliere di pubblicizzare un determinato videogame, in quanto gli annunci saranno sempre determinati da Adsense.

Mario Di Pasquale
Mario Di Pasquale
Da più di 10 anni mi occupo di internet, in particolare di web design e dei metodi per la monetizzazione dei siti internet.