Vendere foto online – illustrazioni, vettoriali, audio, video

Vendere foto online e guadagnare è assolutamente possibile anche se al momento non è forse più redditizio come una volta. Già da molti anni in tanti lo stanno effettivamente facendo con risultati alterni. Come abbiamo cominciato a vedere in alcuni precedenti articoli, internet offre importanti opportunità di guadagno, che se ben sviluppate possono addirittura arrivare a generare rendite di un certo livello che possono diventare anche la principale fonte di reddito.

Esistono portali di grande successo denominati “stock photos che fanno da intermediazione fra fotografi e acquirenti, o meglio bisognerebbe dire fra creativi ed acquirenti.

Se hai la passione per fotografia, i video, le illustrazioni e la comunicazione visiva puoi inviare i tuoi migliori lavori a questi portali che li metteranno bene in mostra e quando questi verranno acquistati ti verrà girato una parte dei guadagni.

Il sistema è semplicissimo, in pratica non si deve far altro che registrare un account gratuito e tramite il pannello di controllo a cui avremo accesso inviare i nostri lavori. Ogni immagine o lavoro verrà verificato manualmente e se ritenuto idoneo verrà inserito nel database.

Sembra quindi tutto abbastanza semplice, ma non è così. Molti anni fa i siti di “stock photos” accettavano ad esempio qualsiasi tipo di fotografia, adesso non è più così non pensate che chiunque posso avere questa opportunità. Le foto essendo controllate manualmente devono essere di altissimo livello qualitativo, realizzate con apparecchiature professionali o semiprofessionali e devono contenere soggetti interessanti.

Vendere illustrazioni e vettoriali

I portali di “stock photos” con il tempo si sono evoluti e adesso quasi tutti danno la possibilità con un unico account di vendere anche illustrazioni e risorse vettoriali. In linea di massima le illustrazioni e soprattutto le risorse vettoriali vengono vendute a prezzi più alti e quindi garantiscono maggiori guadagni. In oltre se avete realizzato un vettoriale potete vendere il medesimo sia come vettoriale in formato ad esempio .ai di Adobe Illustrator che in normale JPG, quindi come illustrazione.

La richiesta di vettoriali e illustrazioni è altissima ed in linea di massima se siete dei professionisti è più facile emergere rispetto alla vendita di fotografie.

Vendere video

Allo stesso modo delle foto e delle illustrazioni è possibile vendere anche dei video. Anche in questo caso come nel caso delle foto non è facile far accettare i propri lavori. Non crediate che basterà andare a riprendere con il cellulare alcuni minuti il mare per poter guadagnare con i video. Anche in questo caso servono riprese professionali. Nell’abito dei video è possibile vendere anche delle composizioni astratte, o video realizzati con Editor 3D.

Vendere audio

Se siete professionisti nel settore audio o dei musicisti potreste provare a vendere trace audio. In questo caso vengono accettate sia tracce musicali, con strumenti, ma anche effetti sonori, come onde del mare, una folla che parla, delle gocce d’acqua che cadono e molto altro. In questo caso oltre alla professionalità servirà anche tanta fantasia e creatività.

I migliori servizi di stock photos

Ne esistono molti, ma in linea di massima i primi che sono entrati sul mercato sono quelli che meglio funzionano semplicemente per il fatto che sono più visitati e quindi è più facile vendere i propri lavori.

Uno dei miei preferiti è Dreamstime, disponibile anche in italiano è semplice da gestire, dal pannello di controllo è possibile accedere alle varie zone da cui caricare i lavori, verificare i guadagni, controllare le statistiche e richiedere i pagamenti, che avvengono tramite Paypal, Assegno e altre piattaforme di moneta elettronica.

Una buona alternativa è Adobe Stock ex Fotolia, da quando è stato appunto acquistato da Adobe, e ha cambiato nome ha avuto un autentico boom. Ovviamente i siti più sono famosi e più clienti hanno, ma sono anche più restrittivi nell’accettare i lavori e la concorrenza è più alta.

Ne esistono tantissimi altri di siti di stock photos il loro funzionamento è sempre pressoché simile, approfondiremo in questo articolo Dreamstime.

Vendere su Dreamstime

Vendere i propri lavori su Dreamstime è piuttosto semplice, la prima da cosa da fare è registrare un account gratuito. Il sito è anche in italiano. Una volta attivo potremo effettuare il login e cliccare in alto a destra su “Area gestionale dell’utente”.

Ci troveremo in una nuova pagina con tantissime opzioni, da qui potremo verificare i guadagni accedere alla richiesta dei pagamenti, leggere i commenti degli utenti ai nostri lavori e tantissimo altro. Cliccando su “carica contenuto” ci troveremo nella pagina dove inserire i nostri lavori per richiederne l’approvazione. Si può caricare un contenuto semplicemente con un click, oppure utilizzare un accesso FTP consigliato soprattutto per video e per file di grosse dimensioni.

come vendere foto su Dreamstime

Una volta caricato il primo lavoro dovremo settare alcuni parametri come ad esempio il titolo, una descrizione, le categorie di appartenenza, le Keywords e alcune altre cosette.

Le Keywords sono le parole chiave che rappresentano la tua immagine e serviranno aiutare gli utenti a trovare il tuo lavoro quando faranno una ricerca.”

In caso nella foto o nel video siano presenti delle persone occorrerà allegare un file aggiuntivo, la “liberatoria”. E’ possibile scaricare il modello dalla medesima pagina.

Non resterà che inviare il tutto e attendere che venga approvato.

Riporto dal sito Dreamstime:

“Per ogni transazione, il fotografo riceve una retribuzione pari al 25-50 per cento. Le immagini esclusive ricevono un’ulteriore bonus pari al 15 per cento, mentre i fotografi esclusivi godono di una retribuzione pari al 60 per cento e di un bonus supplementare di $0.20 per ogni immagine approvata.”

Consigli utili per vendere e guadagnare di più

Prima di cominciare ad inviare i vostri lavori vi lascio alcuni consigli che vi saranno utili. Soprattutto per la scelta del soggetto.

  • Innanzitutto evitare le banalità. Paesaggi, fiori, piante, tramonti nel novantanove percento dei casi non saranno approvati. Chi acquista una foto da stock photos non lo fa per stamparla e appenderla ad un muro, ma per riutilizzarla in altri lavori. Web, volantini, stampa, pubblicità ecc.
  • Andate nei luoghi di lavoro. I soggetti di questo tipo sono molto richiesti, cantieri, uffici, porti, business center
  • Seguite gli interessi generali. Un esempio semplice. Si parla molto di criptovalute, andate a fotografare le farm, i negozi di exchange, le macchinette ATM per acquistare Bitcoin, l’hardware che si utilizza per produrlo ecc.
  • Osservate chi ha più esperienza di voi. Navigate nei siti stock photos guardate i soggetti più venduti, che tipologie di foto fanno, potreste avere l’intuizione giusta.

ISCRIVITI A DREAMSTIME

Non vi resta quindi che registrarvi e familiarizzare con questi portali, dando un’occhiata ai formati che richiedono, le caratteristiche, i soggetti e le licenze, quando avrete fatto una panoramica potrete cominciare ad inviare qualcosa.

Mario Di Pasquale
Mario Di Pasquale
Da più di 10 anni mi occupo di internet, in particolare di web design e dei metodi per la monetizzazione dei siti internet.